Modello attestazione di conformità art. 3 bis L. 53/94

ASSEVERAZIONE DI CONFORMITÀ DELLA

COPIA TELEMATICA ALL’ATTO CARTACEO NELLE NOTIFICAZIONI P.E.C.

Ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli artt. 3-bis, comma 2, e 6, comma 1, della L. 53/94 e dell’art. 16 undecies DL 179/2012, nonché dell’art. 19 ter del Provv. DGSIA 16/4/2014  io sottoscritto Avv. ____________________ attesto che l’atto/il provvedimento notificato (NOMEFILE.PDF + SINTETICA DESCRIZIONE DELL’ATTO/PROVVEDIMENTO) è copia informatica conforme all’atto/al provvedimento analogico  oggetto della notificazione da cui è stata estratta.

Luogo __________________ data _______________

N.B. Tale attestazione va inserita obbligatoriamente nella relata di notifica.

15 risposte a “Modello attestazione di conformità art. 3 bis L. 53/94”

  1. Giovanna Iozzo ha detto:

    Buongiorno, ma la attestazione di conformità va fatta per il messaggio pec notifica, tutti gli allegati (atto, relata) separatamente, la ricevuta di accettazione e la ricevuta di consegna?
    Sulla stampa degli allegati firmati digitalmente deve risultare la firma digitale?
    Grazie

  2. L’attestazione deve riguardate tutti i documenti che “compongono” la notifica telematica riprodotta in cartaceo: può essere anche unica e apposta alla fine del plico di documenti che va ovviamente spillato e legato con timbri di congiunzione. La “stampa” della firma digitale è un non senso: la firma digitale, se esiste, può essere verificata solo in digitale!

  3. Giovanna ha detto:

    grazie per la risposta. Ancora un chiarimento, ma come timbri di congiunzione posso usare il mio timbro di studio o devo andare in cancelleria a farli apporre? grazie

  4. avvfabiomagnani ha detto:

    Una domanda.
    Ma se ho un decreto ingiuntivo emesso dal giudice di pace -tutto in formato ovviamente cartaceo- possa scannerizzarlo, autenticarlo e notificarlo?

  5. felice ha detto:

    in caso di sentenza gdp, va bene inserire questa dicitura nella relata?
    1) copia informatica per immagine della sentenza n° ___/2015 resa dal Giudice di Pace di ________ (__), Avv. _____, firmata digitalmente, di cui ne ATTESTO la conformità all’atto in origine analogico in mio possesso oggetto della notificazione da cui è stato estratto, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli artt. 3-bis, comma 1, 2 e 6, della L. n. 53/94 e dell’art. 16 undecies D.L. n. 179/2012 introdotto dall’art. 19 D.L. n. 83/2015 e successive modifiche

  6. Valerio Papi ha detto:

    Pertanto dovrei attestare la conformità in quanto “duplicato” e non in quanto “copia”, è corretto?

    • Il duplicato non va attestato conforme ad alcunché. Va semplicemente dichiarato in realtà di notifica che il documento notificato é, appunto, un duplicato.

      • Valerio Papi ha detto:

        Sì in effetti mi sono reso conto di aver scritto un’inesattezza poco dopo averla scritta (andiamo sempre di fretta).
        Rimane sempre il dubbio però – per qualcuno – che il documento nativo analogico scansionato e inserito nel fascicolo del PCT non possa essere considerato un duplicato presupponendo che il duplicato possa essere solo un file digitale nativo.
        Che Lei sappia ci sono decisioni in merito?

      • No, che io sappia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...