Com’è ormai noto,  nel processo amministrativo telematico, che prenderà il via il 1°luglio prossimo, gli atti processuali (ed i provvedimenti dei giudici) vanno obbligatoriamente firmati in modalità PAdES, così come vanno firmati in tale formato il ModuloDepositoRicorso e il ModuloDepositoAtto di cui all’art. 6 delle Specifihe Tecniche.

La particolare struttura di tali moduli, destinati ad ospitare gli allegati tramessi al TAR ed i dati relativi alle parti ed al procedimento, impone che la firma digitale debba essere necessariamente apposta direttamente con il software Acrobat. Quest’ultimo, tuttavia, reca un’impostazione “base” che non consente di firmare correttamente i documenti: si ricorda, infatti, che le firme digitali devono essere formate con algoritmo di hashing SHA256 in luogo dell’algoritmo SHA1 utilizzato fino al 30 giugno 2011, e tanto per effetto della delibera CNIPA 45/2009: se Acrobat non è correttamente impostato, i documenti risulteranno firmati con algoritmo SHA1 che, come detto, non è più valido dal 2011.

Questa impostazione non è del tutto intuitiva da realizzare: ed ecco che risulta di enorme aiuto il video tutorial realizzato dall’Avv. Riccardo Berti (foro di Verona), che ringraziamo per averne consentito la pubblicazione su questo blog.

Il video illustra la configurazione di una firma digitale (Token Infocert) con Sistema Operativo Windows 10: