D:  Devo chiedere la certificazione del passaggio in giudicato di una sentenza  ex art.  ART. 124 DISP. ATT. C.P.C. E ART. 324 C.P.C. La sentenza è stata depositata telematicamente ed ho notificato in proprio a mezzo pec.
Provvedo ad un deposito telematico delle notifiche con nota di deposito in cui chiedo la certificazione o stampo la sentenza con le notifiche, attesto quello che devo attestare  anche se si tratta di sentenza del Tribunale o della Corte di Appello e mi reco in cancelleria per….?  In caso di deposito telematico la certificazione dovrà essere telematica e non dovrò versare nulla, oppure dovrà essere analogica e dovrò versare i diritti?

R:  La certificazione ex art. 124 disp. att. c.p.c va apposta “in calce alla copia contenente la relazione di notificazione“. Per tale ragione occorre presentare al Cancelliere una copia della sentenza notificata via pec, collazionata ed attestata ex art. 9, comma 1 ter, L. 53/94, ed otterrai la relativa certificazione apposta in calce all’atto stesso.

I diritti di certificazione sono cosa diversa da quelli di copia (nella specie non dovuti): ricorrendone i presupposti (atto non esente) dovrai pertanto applicare la relativa marca.

Advertisements