SLpct

Com’è noto, l’opposizione a decreto ingiuntivo in materia locatizia si introduce con ricorso e segue il rito previsto dagli artt. 414 e seguenti c.p.c.., ai sensi dell’art. 447 bis c.p.c.
Contrariamente a quanto si potrebbe dedurre da tale premessa, ai fini del deposito telematico di tali ricorsi è sempre necessario utilizzare il tipo atto “Opposizione a decreto ingiuntivo – OpposizioneDecretoIngiuntivo)” e NON lo schema del “Ricorso – (Ricorso)” generico:
oppo01
questo perché nel secondo caso non sarebbe possibile inserire i dati del decreto opposto e, quindi, il deposito non provocherebbe l’effetto secondario della generazione dell’apposito evento-annotazione nel fascicolo monitorio relativo all’apertura del giudizio di opposizione.
In altri termini, quando il cancelliere accetta un deposito di una qualsiasi opposizione a decreto ingiuntivo, l’indicazione in DatiAtto.xml degli estremi del decreto opposto provoca sia l’apertura del procedimento ordinario di opposizione (col proprio numero di R.G.) sia l’annotazione dell’intervenuta opposizione nel fascicolo monitorio, di tal…

View original post 213 altre parole