D: Come si deve procedere per depositare/iscrivere telematicamente un ricorso in opposizione al precetto di rilascio in materia agraria? Vi è ancora facoltà del deposito cartaceo? In caso di deposito telematico obbligatorio, come devo procedere con SLpct?

R: Come per tutti gli atti introduttivi, per l’art. 16 bis, comma 1 bis, DL 179/2012 il deposito telematico rappresenta una mera facoltà. Puoi quindi depositare cartaceamente.

Nel caso in cui volessi procedere telematicamente, con SLpct devi distinguere i casi di opposizione a precetto la cui competenza spetta alla sezione specializzata (per es. nel caso di opposizione con la quale si faccia valere il diritto di ritenzione ai sensi dell’art. 20, co. 2, l. n. 203/1982, ricollegato all’indennità per i miglioramenti di cui all’art. 16 della medesima legge 64, nonché per l’opposizione a un’esecuzione condotta prima del termine dell’annata agraria – cfr. Cass., 16.7.1999, n. 7518) da quelli che, invece, vanno trattati dalle sezioni ordinarie del Tribunale (in generale i casi di opposizione agli atti esecutivi) dacché investono il quomodo dell’esecuzione.

Nel primo caso,  SLPCT devi selezionare il registro contenzioso, ruolo agraria e selezionare nella seconda maschera, come oggetto, “320999 – Altri istituti di diritto agrario”

agraria 1agraria 2

Nel secondo caso, invece, selezionerai come ruolo “contenzioso civile”, come atto “ricorso” e, nella seconda maschera, “100001 – Opposizione a precetto” oppure agraria 3

agraria 4

oppure “100021 – Opposizione agli atti esecutivi mobiliare” (e ciò per il fatto  che le esecuzioni per rilascio sono iscritte nel ruolo esecuzioni mobiliari)

agraria 5