D: Dovrei notificare una revocazione. Delle tre controparti, due sono costituite a mezzo difensore e la terza è rimasta contumace nei due gradi. E’ possibile una notifica via pec agli avvocati ed una cartacea al contumace?Depositando telematricamente l’atto introduttivo inserirei il nativo pdf come atto principale e l’atto scansionato – notificato al comtumace – come allegato semplice con attestazione di conformità

R: Puoi senz’altro procedere nel modo da Te descritto, in quanto la notifica di un atto non deve necessariamente seguire la stessa forma per tutti i destinatari, in assenza di un divieto in tal senso: ovviamente avrai in siffatta ipotesi due originali (uno cartaceo ed uno telematico), e dovrai eseguire successivamente il deposito di entrambi con la relativa prova della notifica. Per quella cartacea, in linea di principio, la soluzione da Te individuata è corretta (atto principale in pdf testuale  ed allegata scansione dell’atto notificato a mezzo UG attestata conforme ex art. 16 decies DL 179/2012): per eseguire con un unico colpo anche il deposito della notifica telematica, Ti suggerirei di allegare

a) come atto principale la citazione in revocazione da Te allegata alla pec di notifica (e pertanto già firmata digitalmente, senza apporvi ulteriore firma in fase di creazione della busta di deposito)

b) come allegati (per la prova di notifica via pec) le buste in formato eml o msg della notificazione via pec

c) come allegato semplice la scansione (attestata conforme) della citazione notificata a mezzo UG.