D: Successivamente all’entrata in vigore ella legge 132/2015 ho scaricato copia informatica del ricorso per decreto ingiuntivo, della procura e del decreto emesso dal Tribunale  ho quindi collazionato  ed autenticato le copie;
Ho  provveduto a scansionare la copia dell’atto e quindi a notificare a mezzo pec;
E’ corretto il procedimento ?

R: NO! Scansionando le copie informatiche degli atti e dei provvedimenti estratti dal PdA hai inutilmente generato un documento informatico nuovo, che sarà pure la “somma” dei primi tre (e pure, volendo, una copia informatica degli stessi), ma hai nel concreto adottato un procedimento se non altro inutile, sovrabbondante e per nulla rispondente al dettato ex art. 16 bis comma 9 bis DL 179/2012 e men che meno dell’art. 16 undecies.

Avresti dovuto infatti a rigore lasciare i documenti informatici estratti da pst così com’erano e – con le riserve già più volte espresse in relazione alla possibilità di attestare la relativa conformità in relata alla luce del nuovo art. 16 undecies DL 179/2012 – attestarli conformi ai documenti presenti nel fascicolo informatico: meglio ancora, avresti potuto estrarre i duplicati di quei documenti e notificarli (sempre uti singuli) come tali, senza dover ricorrere ad alcuna attestazione di conformità.

Annunci