D: Devo costituirmi in giudizio avverso un reclamo in Corte d’Appello e dunque dovrò depositare il mio fascicolo telematico di primo grado. A questo punto mi domando se possa andar bene il deposito in unica busta con l’atto principale (memoria costitutiva) di ogni singolo documento già depositato in primo grado e una dichiarazione separata di conformità oppure occorra attestare la conformità di ogni singolo documento (all’interno dello stesso)? Sarei grata di un Suo consiglio i merito.

R: Il deposito in un’unica busta va più che bene (a condizione che non si superino i 30 Mb di peso informatico), con la memoria di costituzione come atto principale ed i documenti come allegati.

Non è previsto alcun potere di attestazione di conformità  di questi ultimi, a meno che non si tratti di copie informatiche di atti processuali di parte o di provvedimenti prodotti nella precedente fase in formato cartaceo. In tal caso opera l’art. 16 decies DL 179/2012, secondo cui:  “l difensore, il dipendente di cui si avvale la pubblica amministrazione per stare in giudizio personalmente, il consulente tecnico, il professionista delegato, il curatore ed il commissario giudiziale, quando depositano con modalita’ telematiche la copia informatica, anche per immagine, di un atto processuale di parte o di un provvedimento del giudice formato su supporto analogico e detenuto in originale o in copia conforme, attestano la conformita’ della copia al predetto atto. La copia munita dell’attestazione di conformita’ equivale all’originale o alla copia conforme dell’atto o del provvedimento.

L’attestazione di tali atti processuali e provvedimenti andrà fatta atto per atto con dichiarazione inserita nella copia informatica ai sensi del comma 2 dell’art. 16 undecies, attesa la mancanza delle specifiche previste dal comma 3 della stessa norma per le attestazioni separate.

Annunci