D: Quesito: : devo notificare una opposizione allo stato passivo del fallimento, al curatore: a chi la faccio?
1) alla PEC del Fallimento (che però non e sui registri pubblici);
2) alla PEC del Curatore?

R: E’ noto che con il fallimento, il fallito perde la legittimazione  processuale (art. 43 Legge fallimentare), che viene assunta dalla curatela fallimentare: consequenzialmente, la notifica eseguita a mani del curatore fallimentare della società, in pendenza della procedura concorsuale, deve essere considerata come effettuata “a mani proprie” data la piena legittimazione processuale del curatore per tutte le controversie relative a rapporti patrimoniali astrattamente suscettibili di essere compresi nel fallimento (Cass, civ. 6746 del 01/03/2007).

Il Curatore è un professionista, il cui indirizzo di posta certificata deve necessariamente risultare da pubblici elenchi (RegInde e INIPEC).

Su tali premesse, è agevole desumere che la notifica dell’opposizione allo stato passivo può essere effettuata ex art. 3 bis L. 53/94 all’indirizzo p.e.c. del curatore.