D: premesso che ho depositato regolarmente entro i termini una opposizione ex art. 617, II co., c.p.c. in via telematica e sul fascicolo telematico è stato aperto un sub – procedimento; oggi è arrivata una Pec da parte del Trib. di Latina, con la quale il G.E. ordina di depositare l’originale del ricorso entro 5 gg., ritenendo che il deposito eseguito non rientra nei casi previsti dalla legge e che il deposito dell’originale sana l’irregolarità suscettibile di sanatoria….

R: E’ evidente che nel Tuo caso il G.E. aderisce alla tesi del rinvio integrale del comma 2 dell’art. 16 bis al comma 1, ritenendo quindi che il richiamo del secondo comma al primo si riferisca non solo alla decorrenza dell’obbligo di deposito telematico, ma anche al presupposto della preventiva “costituzione” in giudizio.

Personalmente dissento perché nel procedimento di esecuzione non è prevista la costituzione del debitore né sono regolati gli effetti tipici della stessa (contumacia, interruzione, per citarne alcuni), ma questo non rileva granché.

Quantomeno, però, il G.E. ritiene che il mancato deposito cartaceo costituisca mera irregolarità: sarebbe interessante avere copia del provvedimento per le nostre raccolte di giurisprudenza “telematica”.

Annunci