Com’è noto, nell’effettuare i depositi telematici di atti, occorre aver cura che l’oggetto della p.e.c. di invio  inizi con la parola DEPOSITO scritta tutta in maiuscolo, seguita da uno spazio e da testo libero e che la mancata osservanza di questa regola determina il famigerato errore E0606.

Fermo restando il suggerimento di continuare ad adoperare questo accorgimento, ci sono stati segnalati almeno due casi in cui il deposito ha superato i controlli automatici (venendo quindi riconosciuto dal sistema) con la prima maiuscola e le altre minuscole (“Deposito”):

deposito senza maiuscole

Al momento non sappiamo dire se si tratta di una modifica evolutiva apportata ai sistemi, ma appare utile segnalare la cosa, in attesa di chiarimenti da parte del DGSIA, ed annotare anche questa conoscenza tra quelle acquisiste “sul campo” e non per il tramite di sempre gradite istruzioni ministeriali.

Advertisements