D: Mi devo “ricostituire” per la medesima parte convenuta in un giudizio riassunto dalla controparte ex art. 297 CPC dopo la sospensione necessaria, ribadendo le precedenti difese e domande anche in via riconvenzionale. Come devo intitolare l’atto di costituzione? Se lo qualifico comparsa di costituzione e risposta rischio di dover versare una seconda volta il contributo unificato.

R: Puoi tranquillamente adoperare, tra gli schemi disponibili del redattore, quello della “memoria generica”, indicando nel campo “note” che si tratta del deposito di una “memoria di costituzione dopo sospensione del giudizio” e puoi dare analogo nome anche all’atto, magari, a scanso di equivoci, precisando “in limine” che provvedi con quell’atto a costituirti “nuovamente” nel giudizio.

Nel processo in esame, la parte da te rappresentata risulta già costituita, per cui non dovresti avere problema alcuno, e men che meno di contributo unificato.

Annunci