D: Ricevuto msg di seguito riportato in riscontro a richiesta di visibilità atti redatta con SLpct,voce apposita con allegata procura cliente e nota-istanza relativa.
Non riesco ad individuare la causa del rifiuto.
————————————————————
From: ca.palermo@civile.ptel.giustiziacert.it
To: xxx@pecxxx.it
Cc:
Date:
Subject: ACCETTAZIONE DEPOSITO xxx_2015_RGL
Codice esito: -1.
Descrizione esito: —
Altro. ATTO RELATIVO ALLA SEZIONE LAVORO.. Atti rifiutati il 15/05/2015.
Si prega di non replicare a questo messaggio automatico.

R: La ragione del rifiuto è in realtà scritta a chiare lettere: hai depositato un’istanza che (almeno in apparenza) si riferisce al Registro Lavoro. Devi quindi verificare se

– è corretta l’Autorità presso cui hai depositato l’istanza (dal messaggio si evidenzia trattarsi della “Corte d’Appello di Palermo” – il che è già un indizio perché è piuttosto insolito depositare un’istanza di visibilità dinanzi alla Corte d’Appello;

– nell’oggetto della PEC fai riferimento a “R.G.L.”, che dovrebbe indicare appunto il registro lavoro: controlla se hai depositato lì oppure nel registro “contenzioso”.

Advertisements