D: Buonasera, uno dei tanti miei dubbi sulla strada del pct: l’attestazione di conformità in calce all’atto (dei titoli nell’esecuzione, della copia digitale a quella analogica, ecc.) richiede la firma autografa o può essere firmato digitalmente il file che la contiene. Se fosse corretta la seconda soluzione, dopo la scansione dell’atto e l’apposizione dell’attestazione, lo si potrebbe firmare digitalmente senza doverlo stampare, firmare di pugno e nuovamente scansionare.

R: Provo a rispondere in maniera chiara e coincisa ad una domanda che non è, in verità, chiara.

a) se stampi un atto in origine digitale, crei una copia analogica. L’attestazione va stampata e firmata SOLO autografamente (non esiste la possibilità di riprodurre graficamente – e validamente  – una firma digitale su carta)

b) se autentichi una copia digitale da digitale, l’attestazione della copia va fatta digitalmente e firmata SOLO digitalmente;

c) se scansioni un atto analogico (cartaceo) e lo trasformi in digitale, l’attestazione di conformità può essere fatta SOLO digitalmente: in tal caso, l’attestazione sottoscritta su carta e poi scansionata non serve.