D: Gentili Colleghi, anche per l’invio di fatture elettroniche a mezzo pec è necessario che l’Indirizzo della P. A. destinataria sia inserito in un registro pubblico?
Grazie, come sempre.

R: No. Non va ricercato alcun indirizzo p.e.c. dell’Ente intestatario della fattura xml, in quanto la fattura va trasmessa sempre ad uno stesso destinatario: il Sistema di Interscambio (SdI).

La p.e.c. costituisce infatti una delle modalità di trasmissione allo SdI che si occupa poi di smistare la fattura stessa in base al codice IPA del destinatario che abbiamo ricercato sul portate “indicepa.gov.it” ed inserito in fattura.   La fattura va quindi inviata NON all’Ente intestatario della fattura, ma al SdI.

Non occorre conseguentemente ricercare alcun indirizzo p.e.c. particolare per il destinatario: esso è infatti (per il primo invio che si effettui di una fattura xml)  sdi01@pec.fatturapa.it.  Dopo il primo invio, il soggetto trasmittente la fattura riceve sulla casella di PEC da cui ha effettuato la trasmissione i file messaggio prodotti dal SdI relativi al proprio invio. In particolare, con il primo messaggio di risposta, notifica di scarto o ricevuta di consegna, comunica al trasmittente l’indirizzo di PEC che dovrà utilizzare per i successivi eventuali invii.

Annunci