D:  Buongiorno, forse la domanda è banale, ma vi sarei grato se poteste rispondermi lo stesso.
Vorrei notificare via PEC l’avviso ai creditori iscritti ex art.498 c.p.c. (nella specie due banche) e credo che ciò sia consentito.
Dopo aver notificato, come mi consigliate di procedere?
Io pensavo, visto che è il Giudice a dover accertare l’avvenuta notifica, di depositare una “istanza generica” nel fascicolo telematico dove davo atto della notifica via PEC e producevo come allegati: 1) l’atto di avviso firmato digitalmente precedentemente notificato; 2) relata di notifica; 3) file .eml di consegna della PEC.
Posso procedere così o secondo voi è meglio stampare tutto cartaceo e mettere le relative attestazioni di conformità?
Grazie mille per la risposta, i migliori saluti.

R: Se la notifica è telematica ed il deposito è telematico (solo in caso di impossibilità del deposito telematico è consentita la prova dell’avvenuta notifica a mezzo stampe autenticate dall’Avvocato ex art. 9, comma 1 bis L. 53/94), puoi senz’altro procedere con istanza (o memoria) generica. Devi allegare, quale atto principale, l’avviso ex art. 498 cpc in formato pdf testuale e, come allegati, le due ricevute, ovvero quella di accettazione e quella di avvenuta consegna, indicizzandole come da immagine che segue

rac indicizzata

Annunci