D: Salve, dovrei notificare una sentenza al procuratore costituito della controparte. si tratta di una sentenza della corte d’appello. il problema è il seguente: nella richiesta di sospensiva è prevista una pec, mentre nel registro inipec ne è presente un’altra. come se non bastasse, nell’appello valido per il merito, addirittura, il procuratore costituito della controparte ha eletto domicilio presso un altro avvocato. Nella sentenza della corte d’appello,invece, è previsto l’indirizzo dello studio dell’avv costituito.
la mia domanda è questa: posso procedere con la notifica pec, o devo per forza notificare secondo il metodo tradizionale?
ma soprattutto, a chi? all’avv costituito presso la pec indicata nell’appello, presso la pec indicata nel registro inipec,o presso la pec dell’avv. presso il quale l’avv costituito ha eletto domicilio?

R: L’unico indirizzo p.e.c. cui puoi notificare la sentenza in esame è quello del Difensore della controparte rilevato da RegIndE o da INIPEC. Tutti gli  altri  non sono utili e, in caso di difformità, prevale sempre quello risultante da uno degli indicati registri al momento della notiicazione.

Advertisements