D:  Ho dapprima provato a trovare una risposta, ma senza esito.   Pertanto, complimentandomi per la autorevolezza delle risposte trovate, chiedovi:
Nei tribunali in cui è consentita la iscrizione a ruolo in via telematica, il deposito telematico dell’atto introduttivo -Notificato Telematicamente- (ossia via pec) come va fatto?
Il problema si pone poiché l’atto di citazione, nativo e firmato digitale, non viene accettato dal redattore come “atto principale” in quanto ha estensione .P7M, ed anche quando venisse accettato, essendo Atto principale, verrebbe automaticamente rifirmato.
La mia soluzione:
Dall’atto di citazione notificato in versione .p7m ho estratto il .pdf che ho poi indicato quale Atto princilale nel deposito telematico.
Stessa soluzione per la procura notificata in formato .p7m via pec.
A parte la Nota ruolo e gli altri documenti, ho allegato al deposito telematico le buste di Accettazione e Consegna della notificazione via pec.

La soluzione mi pare ragionevole.
Perché non vedo come si possa fare altrimenti, e vi chiedo di suggerirmi altre possibili soluzioni.
Perché il cd. Atto principale (.pdf), pur non coincidendo in senso stretto con l’atto di citazione effettivamente notificato (p7m), sarà necessariamente (ri)firmato e tale seconda firma varrà come attestazione (implicita?) di conformità.
Infine, perché all’interno del deposito telematico c’è in realtà l’originale della citazione da me notificata, ossia all’interno della busta di avvenuta consegna.
Stesso discorso vale per la procura.
Vi pare un quesito interessante? Perdonate se avete già risposto, ma non trovo una risposta ne’ sul vostro sito voi ne’ sul web.
Saluti

R: il quesito è interessante, ma presenta un falso problema: non è infatti vero che tutti i redattori non consentano di allegare alla busta un atto principale già firmato digitalmente, così come una procura fir sta “fuori dal redattore”: quando ci siamo posti il tuo problema, così come il problema della firma di due avvocati ad uno stesso atto, effettivamente i redattori PCT avevano tale limite. Ma siccome abbiamo avuto ascolto da parte dei tecnici di Evoluzioni Software, che ringraziamo, con SLpct puoi tranquillamente depositare l’atto di citazione come atto principale è la procura, come allegato, già firmati, bypassando la richiesta del redattore e firmando solo DatiAtto.xml e la NIR e proseguendo oltre.

Non so quale redattore usi, ma tieni sempre  a portata di mano SLpct come riserva: a volte le riserve diventano “titolari”.

Advertisements