D: Buongiorno,
volevo chiedere per favore, se un atto di chiamata in causa del terzo, va depositato telematicamente o in forma cartacea. Nel caso in cui sia telematico, dato che notifico postalmente, devo scannerizzare l’atto cartaceo e firmarlo digitalmente, o è necessaria anche la dichiarazione su foglio separato che l’atto è conforme a quello in mio possesso?  Grazie per l’aiuto.

R: Aver notificato una chiamata di causa di terzo significa aver avanzato istanza di differimento dell’udienza o, se attore, aver avanzato istanza nella prima udienza. In entrambi i casi, devi per forza esserTi già costituito in giudizio: la risposta è quindi la solita: sei in giudizio per una parte già precedentemente costituita e quindi il deposito è necessariamente telematico.

Sul piano pratico, crei una nota di deposito come “atto principale” in pdf testuale ed alleghi:

a) la copia per immagine della citazione del terzo notificata (se la notifica è stata cartacea)

b) le buste di accettazione e consegna in formato eml/msg in caso di notifica ai sensi dell’art. 3 bis L 53/94.

Nel caso a) non è necessaria (né possibile) alcuna autentica, non essendo l’Avvocato provvisto di poteri di autentica di atti depositati al di fuori dell’ipotesi di cui all’art. 18 DL 132/2014.