D: Buona sera, vorrei sapere se è regolare o meno la relata di notifica inoltrata a mezzo PEC solo in formato Cades.
Consapevole che cades e pades sono state ritenute equivalenti , rischio di incorrere in qualche nullità se notifico tutto in formato cades? Chiedo ciò perché avevo letto, in altro forum, che almeno la relata dovesse essere in formato pades ( e perciò leggibile anche senza supporto informatico).   
Grazie

R: Il formato PAdES (i.e.: quello che lascia inalterata l’estensione pdf dei documenti digitali cui viene apposta tal fatta di firma) è ammesso nel PCT dal 15/5/2014 a seguito del Provvedimento del 16/4/2014 contenente le nuove specifiche tecniche. In precedenza, era ammesso solo il formato CAdES (i.e: quello che “racchiude” il documento firmato in una busta ed aggiunge l’estensione p7m). Dal 15/5/2014, pertanto entrambi i formati sono ammessi anche per  le notificazioni a mezzo p.e.c.: non è esatto quanto hai letto “in altro forum” e, più in particolare, è tecnicamente abnorme l’affermazione che la firma PAdES sia leggibile “anche senza supporto informatico”.

Non smetteremo mai di ripeterlo: la firma digitale è digitale e basta e deve essere letta solo ed esclusivamente con gli opportuni strumenti informatici. La riproduzione “su carta” di una firma digitale equivale, per intenderci, alla riproduzione “in acqua” di una firma con la biro!