D: dovendo notificare atto di appello nei confronti di P.A., non essendo spirato il termine ultimo del 30.11.2014 per la comunicazione del regolare indirizzo pec, posso procedere comunque in sicurezza alla notifica telematica all’indirizzo risultante da Indicepa ? 

R: Il termine del 30.11.2014, cui fai riferimento, è stato introdotto dall’art. 47 del D.L. 90/2014, che l’ha introdotto modificando l’art. 16, comma 12, del D.L. 179/2012. In origine, tale norma disponeva testualmente:

Al fine di favorire le comunicazioni e  notificazioni  per  via telematica  alle  pubbliche   amministrazioni,   le   amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo  30 marzo  2001,  n.  165,  e  successive  modificazioni,  comunicano  al Ministero della giustizia, con le regole tecniche adottate  ai  sensi dell’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 29 dicembre 2009, n. 193, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 febbraio 2010,  n.  24, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della  legge di conversione del presente decreto l’indirizzo di posta  elettronica certificata conforme a quanto previsto  dal  decreto  del  Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68, e successive modificazioni, a cui ricevere le comunicazioni e notificazioni. L’elenco formato dal Ministero  della  giustizia  e’  consultabile   solo   dagli   uffici giudiziari e dagli uffici notificazioni, esecuzioni e protesti

Si tratta, quindi, di una norma finalizzata ad una ordinata e corretta tenuta dell’indirizzario delle p.e.c. degli Uffici della P.A., utilizzabile – come dice la norma – “solo   dagli   uffici giudiziari e dagli uffici notificazioni, esecuzioni e protesti“.

Quanto alle notifiche “in proprio”, previste dalla L. 53/94, quest’ultima – all’art 3 bis – fa riferimento ai “pubblici elenchi” dai quali deve risultare la p.e.c. del destinatario e, quindi  ad INIPEC (per quanto riguarda Imprese e professionisti), Registro Imprese (imprese) Reginde (professionisti) e INDICEPA (per quanto riguarda la P.A.): elenchi consultabili invece da chiunque e, quindi, anche dall’Avvocato notificante.

Conclusivamente, a prescindere dall’art. 47 DL 90/20147, a mio modo di vedere puoi tranquillamente notificare alla P.A. se ed in quanto il relativo indirizzo sia indicato in indicepa.gov.it. 

 

 

Advertisements