In riferimento all’art. 4 del Protocollo PCT sottoscritto dalla Presidenza del Tribunale di Napoli e dal C.O.A. di Napoli,  finalizzato a favorire – nella carenza di personale di Cancelleria – l’implementazione dei fascicoli informatici attraverso il deposito telematico dei ricorsi introduttivi successivamente alla costituzione “cartacea”, anche nella prospettiva di permettere agli avvocati di estrarne le copie ai fini delle notifiche alle altre parti, abbiamo ricevuto una segnalazione da parte del Collega C*** T*** del seguente tenore:

Segnalo che in data odierna all’atto del deposito cartaceo di un reclamo al collegio ex art 69 terdecies c.p.c. la Cancelleria del ruolo generale si è rifiutata di apporre su una copia del ricorso l’avvenuto deposito ed il numero di registro generale. Ancorché avessi edotto al delegato al deposito di far presente alla Cancelleria la disposizione dell’art. 4 del recente protocollo sul processo civile telematico, la Cancelleria ha insistito nel suo rifiuto. E’ persino superfluo evidenziare che il ricorso alla procedura di cui alla menzionata disposizione mi consentirebbe di procedere velocemente alla notifica con risparmio di tempo (oltremodo prezioso in questo periodo) e costi. Oltretutto, nei prossimi giorni sarò costretto a depositare un ricorso ex art. 700 c.p.c. per cui preferirei che tale problematica fosse tempestivamente risolta (r.g. reclamo *****-14). Grazie per l’attenzione“.

Da noi sollecitata, la Cancelleria del Tribunale di Napoli ha immediatamente risposto:

E’ vero la richiesta è stata rifiutata; purtroppo, quando si introduce una novità, all’inizio non è chiaro come procedere.  Mi scuso personalmente con l’ avvocato. dr. G.F.“.

Poco dopo ci è pervenuta conferma dell’avvenuta risoluzione dell’inconveniente.

Ringraziamo la dott.ssa Forte per il personale interessamento: in ogni caso, l’episodio costituisce l’ulteriore prova che l’inedito spirito di collaborazione tra Cancellerie, Avvocati e Magistrati creatosi con l’introduzione del PCT, produce solo benefici per tutti.