D: L’attestazione di conformità fatta dall’Avvocato per le copie di un decreto ingiuntivo telematico provvisoriamente esecutivo, la inserisco dopo ricorso, procura, decreto e prima dell’atto di precetto giusto? Utilizzo il modello scaricabile da questo sito?

R: Un chiarimento preliminare (e dirimente, nel Tuo caso) mi sembra doveroso:  l’attestazione di conformità cui fai riferimento (vale a dire, quella che trovi qui) va bene per le copie conformi prive della formula esecutiva: in altri termini, scarichi il provvedimento dal PdA, puoi stamparlo ed autenticarlo (gratis) ed uitilizzarlo alla stessa stregua di una copia rilasciata dal Cancelliere.

Non puoi, però, autoprodurre (con l’indicata formula) la copia esecutiva e neanche la copia conforme alla copia esecutiva cartacea che, al più, potrai far autenticare dall’UNEP.

Però, puoi scansionare la copia esecutiva, sottoscriverla digitalmente, e notificarla (se il destinatario ha una pec risultante da pubblici registri, i.e.: inipec, registroimprese, RegInde) ai sensi dell’art. 3bis L. 53/94 utilizzando il modello di relata di notifica che trovi su questo sito e l’attestazione di conformità contenuta nella relata stessa.  Per le notifiche via pec, segui le indicazioni che trovi qui.

Advertisements