D: Ho depositato una memoria ex art 183  il 18/06; ricevo le 4 ricevute  ; il 18/06 ho ricevuta con il seguente messaggio ” controlli terminati con successo; busta in attesa di accettazione.  Stamattina ricevo il seguente messaggio. ” Codice esito 1. Anomalia non risolvibile; atti rifiutati il 19/06/2014″. Cosa è successo?

R: Se ho ben capito, prima di questa mattina, quando Ti è stata recapitata la PEC relativa alla “anomalia non risolvibile”, avevi già ricevuto tutte e quattro le pec e, quindi, anche quella di accettazione da parte del Cancelliere. Se così stanno le cose, vuol dire che, con tutta probabilità, il sistema ha generato un deposito “duplicato” (la stessa pec di deposito è stata erroneamente considerata due volte): in tal caso, il Cancelliere accorge della duplicazione e respinge la seconda busta con la causale “anomalia non risolvibile”. Altri casi in cui viene inviato simile messaggio sono quelli di atti respinti per mancanza della marca da 27 euro (che la legge sanziona con l’irricevibilità del deposito) o di depositi sprovvisti del valore legale: in tali casi, però, la pec di “anomalia” segue la terza ricevuta, vale a dire quella dei controlli automatici.

In ogni caso, per sicurezza, contatta la Cancelleria.

Advertisements