D: La richiesta di pagamento di compensi professionali inviata a mezzo pec al titolare di una ditta individuale (alla pec indicata in visura) ha la stessa efficacia della lettera raccomandata?. Devo allegare anche la copia della lettera con la firma autografa?

R: Per l’art. 48, comma 2,  del C,A.D. (decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82),  “La trasmissione del documento informatico per via telematica, effettuata mediante la posta elettronica certificata, equivale, nei casi consentiti dalla legge, alla notificazione per mezzo della posta“.

Considerato che  la funzione della firma (autografa o digitale) è quella di garantire la riconducibilità del documento al suo autore e che tale riconducibilità è già garantita dal mezzo (posta certificata), direi che la sottoscrizione della lettera allegata alla posta certificata nel tuo caso è superflua.  Che tale conclusione sia tendenzialmente esatta è confermato anche dal contenuto della Circ. Min 2/2010 DDI della PCM, nella quale si afferma (per quanto con discutibile esattezza sul piano concettuale)  che  l’invio di posta certificata “costituisce sottoscrizione elettronica ai sensi delle disposizioni normative“.