Tribunale dI Foggia (10.4.2014)

 Il giudice,

evidenziato che il ricorso introduttivo del giudizio è stato depositato in forma  telematica;   rammentato che il decreto del Ministero della Giustizia che ha autorizzato il  deposito di atti telematici con valore legale da parte di soggetti esterni al  Tribunale di Foggia a far data dal 15 gennaio 2014 ha espressamente  individuato tra di essi i soli atti endoprocessuali – in linea con la precisione  dell’art. 16 bis d.l.179/2012 che menziona atti processuali e documenti dei  difensori delle parti precedentemente costituite – tra cui, per certo, non rientra  l’atto di citazione o il ricorso introduttivo del giudizio;   ritenuto, perciò, che l’istanza perché pervenuta in forma diversa da quelle  previste deve essere dichiara inammissibile:   dichiara   il ricorso inammissibile   manda   alla cancelleria per gli adempimenti di rito.  

Foggia, addì 10 aprile 2014  

IL GIUDICE