D: Aiuto, Colleghi! Solo ora mi sto rendendo conto di quanto sia seria la questione del processo telematico. Sono praticamente a digiuno e vorrei avere indicazioni su cosa mi serve per iniziare, Sono munito di un PC di ultima generazione, con Windows 8.1, scanner e internet. Cosa mi serve ancora? Cosa devo fare?

R: Direi che sei già in ritardo, ma ancora in tempo per rimediare. Intanto l’attrezzatura base ce l’hai. Ti serve

– un dispositivo di firma digitale

– una casella di posta certificata (ma suppongo che quella già ce l’abbia, anche se hai dimenticato di indicarla

– un redattore atti

La prima (firma digitale) puoi acquistarla praticamente dovunque: online (Aruba), presso una Camera di Commercio (con consegna immediata) e, a Napoli, presso il punto TeamSystem CD (interno  Tribunale, 5° piano) con consegna immediata e presso Lextel (di fianco agli Uffici COA), con consegna in alcuni giorni.

Quanto al redattore, vai alla pagina di questo sito “Helpdesk” e scegli quello che Ti pare. Puoi trovare anche indicazioni sul sito del Ministero http://pst.giustizia.it/PST/it/pst_28.wp . Tieni presente che i redattori “WaaS” (web as a service), ossia quelli che funzionano come una pagina web, possono essere molto comodi ma soffrono del problema delle linee internet: se è lento internet, è lento il redattore; se  internet (o il sito) è bloccato, niente redattore. Valuta quindi l’opportunità, se scegli uno di questi, di affiancare anche uno che funzioni off-line (SL-PCT; EasyPCT) oppure uno che sia integrato ad un gestionale (se vuoi fare “sul serio” ed organizzare il Tuo studio in funzione delle opportunità che offre il PCT.

Infine, scarica e stampa il Vademecum dell’Avvocato Telematico e fanne Tua lettura nei prossimi giorni nel tempo libero. Seguici anche qui, dove speriamo di dare di tanto in tanto informazioni utili.

Buon lavoro!

 

Annunci